Decespugliatore a disco: anche gli arbusti verranno spazzati via

Decespugliatore a discoCosa si intende per decespugliatore a disco?
Si intende, naturalmente, il sistema di taglio di cui può essere dotato. Infatti, un decespugliatore è formato, nella sua parte terminale, da una testina. Quest’ultima può essere a filo, a catena o a disco.
La testina a disco è adatta per ogni tipologia di decespugliatore?
Assolutamente no, infatti in questo articolo volgiamo proprio evidenziare i decespugliatori per i quali è possible usare il disco.

 

 

 

Intanto, qui in basso abbiamo selezionato le seguenti offerte che ti consentono di acquistare questi decespugliatori che sono adatti per essere usati con una testina a disco.

 

Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2019 6:47

 

Decespugliatore: disco, filo o catene?

Preferire il disco, il filo o le catene?
La scelta può sembrare difficoltosa, ma in realtà è più semplice di quel che sembra e ora, brevemente, ti aiuteremo a comprendere bene quando utilizzare il filo, quando utilizzare la catena e quando usare il “decespugliatore a disco”. E vedrai come la domanda iniziale sia di facile soluzione.

  • Decespugliatore a filo: la testina monta un filo di nylon che risulta essere l’ideale per i piccoli lavoretti, che non richiedono taglio di legno (come l’eliminazione di alcuni arbusti). Ideale per i lavori di rifinitura.
  • Decespugliatore a catena: in questo caso non ci saranno fili di nylon, ma catene in acciaio. Ideale per lavori più impegnativi.
  • Decespugliatore a disco: a differenza dei primi, sono l’ideale per tutti i lavori pesanti, quindi anche il taglio degli arbusti o di erba molto folta. Anche se, si deve stare molto attenti quando si lavora con il decespugliatore a disco. Un pericolo potrebbe essere quello di rifinire il tuo giardino in prossimità di muretti o gradini. Se il disco in acciaio entra in contatto con il muretto, potrai dire addio al tuo disco e inoltre, parti metalliche potrebbero finiti addosso.
    Un ultimo accorgimento è quello di usare il disco in acciaio solo se si utilizza un decespugliatore a scoppio. Quello elettrico è meno potente e il dover usare l’acciaio lo costringerebbe ad uno sforzo eccessivo e ad un continuo utilizzo della massima potenza, che a lungo andare metterà fuoriusco il tuo attrezzo.

 

Decespugliatori: le due macro-tipologie

Abbiamo già descritto le differenze tra il disco, la catena e il filo. Adesso, qualora non conoscessi abbastanza le tipologie di decespugliatori esistenti sul mercato, abbiamo deciso di descrivere le due macro categorie (puoi cliccare anche sui link di approfondimento).

  • Decespugliatore a scoppio: dotato di un motore a due o a quattro tempi, permette grazie all’uso del carburante di svolgere lavori molto impegnativi e professionali. Ad esempio: l’eliminazione di sterpaglia molto folta, rovi e arbusti. Usato principalmente dai professionisti, come giardinieri, o dai coltivatori per rendere di nuovo coltivabile un campo agricolo. Esistono, tuttavia modelli per un uso hobbistico. Meno potenti ma perfetti per la cura del proprio giardino e per terreni di piccole medie dimensioni. Il decespugliatore a scoppio può essere dotato di più accessori e in questo caso prende il nome di decespugliatore multifunzione. Infatti, grazie ad una serie di attrezzi supplementari (facilmente montatili) il tuo attrezzo potrà trasformarsi in un tagliasiepi, sramatore, motosega e tagliabordi. Se sei interessato a conoscere i prezzi dei modelli multifunzione, clicca qui. Se vuoi un semplice ma efficace decespugliatore a scoppio, clicca qui.
  • Decespugliatore elettrico: chiamato anche tagliabordi, è dotato di motore elettrico. Viene usato per un uso hobbistico. Nonostante esistano modelli più potenti per un uso professionale, quest’ultimi non stanno avendo un gran riscontro in ambito lavorativo. Si preferisce ancora il motore a scoppio a quello elettrico. Ritornando all’uso hobbistico, questi modelli sono più leggeri, più silenziosi e costano meno rispetto ad un decespugliatore a scoppio. Non sono adatti però per grossi lavori, ma solo per le piccole rifiniture del tuo giardino (come tagliare filamenti d’erba attorno ad un muretto, un gradino). Per utilizzarli è necessario attaccarli con un cavo alla presa elettrica, a meno che non si opti per l’acquisto di un decespugliatore a batteria. Con un tagliabordi a batteria non ci sarà nessun filo e avrai una maggiore libertà di movimento.