Come usare il decespugliatore?

come usare il decespugliatoreIl decespugliatore, come abbiamo visto anche nell’articolo specifico “A cosa serve il decespugliatore” è adatto per tagliare via l’erba alta e fitta, gli arbusti, ecc. Di conseguenza è un attrezzo molto utile per prendersi cura del nostro giardino a 360°, considerando che il rasaerba non è in grado di tagliare via l’erba troppo alta e non sempre è in grado di eliminare i filamenti che si trovano ai bordi di un prato.
Quindi, il decespugliatore riveste un ruolo molto importante, ma siamo in grado di utilizzarlo come si deve?
Se non pensi di essere in grado o comunque vuoi capire se lo stai utilizzando bene, continua nella lettura di questo articolo dove scoprirai i “segreti” per un uso corretto.

 

Precauzioni prima dell’uso

Prima di scoprire come usare il decespugliatore, è necessario parlare delle precauzioni. E non potrebbe essere altrimenti visto che ci riferiamo ad uno strumento dotato di motore e che può essere munito di lame taglienti.
Le precauzioni riguardano la nostra personale protezione, quindi dovremo indossare dei guanti, una visiera e le cuffie per le orecchie. Mentre i primi due sono sempre necessari, la terza protezione individuale può non essere utile se abbiamo a che fare con un decespugliatore a batteria (non sono rumorosi).

Tagliare l’erba con un decespugliatore: ecco come fare

In basso l’elenco puntato con tutti i consigli da seguire per tagliare in modo ottimale l’erba. Ricorda che per un utilizzo più confortevole del decespugliatore è bene utilizzarlo a spalla. Non a caso nella maggior parte dei casi viene data in dotazione un’apposita cinghia di trasporto. Se non è in dotazione meglio acquistarla lo stesso (tanto il prezzo non è eccessivo).

  • Effettua dei movimenti oscillanti e circolari muovendo la testina di taglio da destra a sinistra: se dopo il primo passaggio non sei soddisfatto dell’altezza dell’erba, esegui un secondo passaggio abbassando il livello di taglio.
  • Meno potenza quando ti trovi in vicinanza di oggetti e muri: non bisogna utilizzare sempre alla massima potenza il decespugliatore (ne va anche del logorio del motore) a maggior ragione quando ci si trova in prossimità di muretti. Se usi un filo di nylon ovviamente andresti a distruggerlo, con un disco invece c’è il rischio che un pezzo possa arrivare direttamente a te. Di conseguenza è necessaria massima accortezza. Tra l’altro c’è la possibilità di danneggiare un oggetto a noi caro (ad esempio un vaso o un nano da giardino innocente, la cui unica colpa è stata quella di trovarsi lì sul posto). Questo banale esempio sul nano da giardino ci porta ad un’altra considerazione: gli oggetti leggeri andrebbero rimossi dal prato. Discorso diverso per panchine e tavoli, visto che il decespugliatore può anche passarci di sotto (in base al modello scelto).
  • Con il filo, accelera: il sistema di taglio a filo è quello più utilizzato, ma se ci si trova a fronteggiare erba molto fitta bisogna “entrare” a tagliare con una buona accelerazione. Ricorda però di decelerare alla fine della falciata per non sollecitare troppo il motore.
  • La lama per gli usi più gravosi: con la lama il taglio risulta più facile ed è adeguata per i tagli più difficoltosi (gli arbusti ad esempio); ricorda però di prestare attenzione in vicinanza di muri e altri oggetti.
  • Due metodi per rifinire i bordi più difficili: possono esserci filamenti di erba che spuntano da un muro, altri da aiuole ed eliminare questa erbaccia non è semplice. Per questo bisogna optare o per un uso inclinato del decespugliatore oppure, se il tuo attrezzo ne è dotato, usare la funzione di bordatura. Con questa seconda opzione, tramite una ruota di supporto, si cambia la posizione del sistema di taglio che non agirà più orizzontalmente, ma verticalmente.